Produzione cacao in Repubblica Dominicana

Cacao Dominicano

Le aree di produzione cacao in Repubblica Dominicana

Produzione cacao in Repubblica Dominicana

Tra le aree produttive di cacao c'è anche la Repubblica Dominicana. Qui si coltivano le fave di cacao tra le migliori al mondo, quelle sopraffine del tipo criollo in particolare

Una delle coltivazioni più importanti

Forse non tutti sanno che il cacao rappresenta uno dei principali e migliori prodotti agricoli della Repubblica Dominicana. Soprattutto per il cacao biologico, ma non solo, la produzione di cacao ha fatto della Repubblica Dominicana uno dei più importanti esportatori al mondo. In questo paese si trovano bellissime piantagioni, molte nella parte nord-orientale. Per quanto riguarda la coltivazione di una vera eccellenza, il cacao biologico, essa iniziò negli anni '80 del secolo scorso, fino a diventare la fonte di uno dei prodotti migliori al mondo. La parte nord-orientale costituisce circa il 60% della coltivazione totale e quella in cui si trova il cacao migliore.

Tipi di cacao

La produzione di cacao in Repubblica Dominicana offre al mondo due principali categorie di prodotto:

  • il tipo Hispaniola, fermentato e molto richiesto sul mercato europeo
  • il tipo Sanchez che non subisce alcuna trasformazione e fermentazione. È un prodotto molto amato sul mercato nord americano
E con queste due tipologie la produzione di cacao della Repubblica Dominicana ha enormi potenzialità, dunque, proprio su due dei maggiori mercati mondiali. Un'altra delle eccellenze dominicane è il suo cacao biodinamico grazie al quale la Repubblica Dominicana è il primo produttore al mondo.

Molti tra i migliori cioccolatieri italiani trasformano le fave di cacao dominicano per le loro lavorazioni. La forza di questo prodotto è data da molti fattori, quali la vicinanza al mare, il sistema montuoso, microclima e umidità relativa. Tutti elementi importantissimi che rappresentano un luogo ideale per la crescita delle fave di cacao. Fattori che, uniti alla sapienza dei coltivatori, alla profonda conoscenza agronomica di chi lo lavora, fanno del cacao dominicano un mix delle più pregiate specie.

Nella Repubblica Dominicana il 30% delle piante di cacao è costituita da piante autoctone, mentre il restante è frutto di sapienti ibridazioni con piante importate ma attentamente selezionate per il loro rendimento, qualità e resistenza ai fattori atmosferici: cosa a cui sappiamo che le fave di cacao sono molto sensibili. Le raccolte principali avvengono nei mesi tra marzo e luglio mentre raccolte meno consistenti vengono fatte tra novembre e gennaio.

La produzione media annuale della Repubblica Dominicana, per quanto riguarda il cacao, è di circa 45.000 tonnellate. E oltre il 90% è destinato all'esportazione, a dimostrazione della qualità del prodotto. Il resto è usato dalle industrie nazionali sia per la produzione di cioccolato sia di altri derivati per le esigenze del mercato interno.

La coltivazione e la produzione di cacao della Repubblica Dominicana potrebbe ricevere un vantaggio competitivo rispetto a quelle africane, non solo per la migliore qualità del prodotto ma anche per le previsioni che parlano di una ridotta resa delle coltivazioni africane a causa delle condizioni climatiche troppo avverse negli ultimi anni.